Creme e budini/ Frutta/ Ricette Lucane

Castagnaccio lucano

Il “Castagnaccio” è una ricetta tradizionale lucana e questa è la ricetta della mia mitica “Nonnina”. I miei nonni vivono a Lagonegro, nella zona ovest della Basilicata. Nella zona del Sirino, del Pollino, dove funghi e castagne ne fanno da padroni. Il castagnaccio a casa nostra si prepara più volte l’anno perchè davvero l’adoriamo. 🙂

Come tutte le buone “ricette tradizionali”, una ricetta precisa del “castagnaccio” non esiste…ci sono 1000 varianti. C’è chi ci aggiunge il liquore, chi invece del limone grattugiato usa l’arancia, chi non usa il cioccolato, etc….. 😉

Ricetta di “Nonna Rosa” 🙂

Castagnaccio lucano

Ingredienti :

  • 1 kg di castagne ( senza la buccia 750 gr – cotte e senza la pelliccina 650 gr )
  • 3 foglie di alloro
  • 3 chiodi di garofano
  • 150 gr di cioccolata fondente
  • 150 gr di zucchero
  • 120 gr di latte
  • 80 gr di caffè amaro
  • 75 gr di cacao amaro in polvere
  • cannella q.b.
  • buccia di limone

Preparare il castagnaccio è facilissimo. Come dice mia nonna, le uniche cose che vi servono sono gli ingredienti e tanta tanta pazienza. 🙂

Per prima cosa, pulite le castagne ed eliminate la prima buccia

CastagnaccioEliminata la prima buccia, mettete le castagne in una grossa pentola, ricopritele con abbondante acqua fredda, aggiungete le foglie di alloro ed i chiodi di garofano e portate a bollore. Le castagne saranno cotte 30 minuti dopo che l’acqua giungerà a bollore ( se sono invece marroni calcolate 40-45 minuti ) . Trascorso questo tempo, con un cucchiaio forato alzatene un pò per volta e togliete la pelliccina. Una volta spellate tutte, con uno schiacciapatate ( fori piccoli ) passate le castagne. Se nel caso, il composto di castagne risultasse troppo secco, filtrate un mestolo di acqua di cottura ed aggiungetelo alla purea ( io lo consiglio…rende il composto più cremoso ). Amalgamate il tutto ed avrete….

Castagnaccio

una purea morbida. In un pentolino, fate sciogliere il cioccolato spezzettato grossolanamente  con il latte…fino a formare una crema. Preparate il caffè e fatelo raffreddare.

Castagnaccio A questo punto, in una terrina mescolate la purea di castagne con lo zucchero, il cacao amaro, il caffè amaro, la buccia di limone grattugiato, un pizzico di cannella e la crema di cioccolato. Mescolate bene fino a far amalgamare tutti gli ingredienti. Ed ecco pronto il vostro “CASTAGNACCIO

Io ci ho preparato una buonissima crostata

Crostata con il castagnaccio

 

 

 

 

Se ti è piaciuta questa ricetta seguimi anche su FB

 

[banner]

Print Friendly, PDF & Email

You Might Also Like

31 Comments

  • Reply
    Yrma
    15 ottobre 2012 at 9:45

    Meravigliosooooo, un castagnaccio a dir poco squisito!!!!Complimenti mia cara!!!!

    • Reply
      Nadina
      15 ottobre 2012 at 21:53

      Grazie….:) Diciamo anche molto molto goloso 😉

  • Reply
    Le Ricette di Tina
    15 ottobre 2012 at 10:14

    Ma che bella!!Complimenti troppo bella hihihiih..e sarà anche buonissima!Ciao buona settimana

    • Reply
      Nadina
      15 ottobre 2012 at 21:54

      Grazie Tina, buona settimana anche a te! 🙂

  • Reply
    In cucina da Eva
    15 ottobre 2012 at 11:54

    che buono! da noi si fa diversamente, ma non ricordo nemmeno la ricetta! ma devo provare il tuo, sembra una cremina ottimaaa! ci farò una bella crostata!

    • Reply
      Nadina
      15 ottobre 2012 at 21:55

      Eva, è buonissimo… 🙂

  • Reply
    Semplicemente buono
    15 ottobre 2012 at 11:56

    Una versione del castagnaccio che non ci saremmo mai aspettate!! Deve essere davvero molto gustosa!
    Complimenti.
    Elisa e Laura

    • Reply
      Nadina
      15 ottobre 2012 at 21:55

      Quante belle ricette ha la nostra Italia!

  • Reply
    loredana
    15 ottobre 2012 at 13:05

    ma sai che una cosa simile si fa anche dalle mie parti???E si utilizza proprio per farcire dei calzoni fritti!!! 😀
    Ma come mi piace scoprire la nostra Italia!!

    Io in quel bicchiere colmo tufferei volentieri il cucchiaio, anche così, semplicemnte!!!

    ciao loredana

    • Reply
      Nadina
      15 ottobre 2012 at 21:56

      Io l’ho fatto 😉

  • Reply
    i pasticci di caty
    15 ottobre 2012 at 16:52

    Complimenti! Una ricetta davvero stupenda 🙂 non l’ho mai fatto ma ne ho sempre avuto il pallino! Proverò la tua ricetta! Un abbraccio

    • Reply
      Nadina
      15 ottobre 2012 at 21:57

      Fammi sapere se ti è piaciuto 🙂

  • Reply
    elly
    15 ottobre 2012 at 17:11

    Evviva nonna Rosa per averti donato questa ricetta strepitosa. E grazie anche a te l’agenda delle ricette della tradizione si arricchisce di un’altra ricetta preziosa da tenere conservata e tramandare agli altri!!

    • Reply
      Nadina
      15 ottobre 2012 at 21:58

      🙂 Grazie 🙂 anche da parte di nonna Rosa 😉

  • Reply
    2 Amiche in Cucina
    15 ottobre 2012 at 17:33

    bellissima la crostata, ma lo mangerei anche con un cucchiaio dal bicchiere, un bacio

    • Reply
      Nadina
      15 ottobre 2012 at 21:58

      Diciamo che quella coppettina di castagnaccio….è finita così 😉

  • Reply
    Stefania
    15 ottobre 2012 at 17:57

    non sapevo che ssistesse anche un castagnaccio così goloso, la mia conoscenza si limitava solo a quello toscano. proverò e di sicuro lo userò per una bella crostata. un bacione

    • Reply
      Nadina
      15 ottobre 2012 at 22:00

      Sono due versioni diverse…. 🙂 Anche se tra le due preferisco la mia ! 😉

  • Reply
    Renata
    15 ottobre 2012 at 19:13

    Che bella crostata ma soprattutto che ottimo ripieno
    le ricette della nonna sono sempre le più buone!!!!!!!!!!
    Complimenti
    Buona settimana

  • Reply
    Cucina che ti passa - Rumi-
    15 ottobre 2012 at 19:38

    Tesor ma con una ricetta simile tu fai felice a me di sicuro!!
    bravissima!!
    super goloso!!!
    bacionii

  • Reply
    artù
    15 ottobre 2012 at 22:13

    Si chiama castagnaccio ma non ha nulla a che vedere con quello che conoscevo io fatto con la farina di castagne … guarda quante cose imparo con il tour delle ricette regionali

    brava!

  • Reply
    ELENA
    15 ottobre 2012 at 22:26

    Ciao Nadina volevo dirti che per partecipare devi inserire nel post la scritta “con questa ricetta partecipo al contest di A pancia piena si ragiona meglio “linkandolo e mettere anche il banner se no non posso acettarti. Io nel frattempo ti inserisco ma per favore metti queste cose

  • Reply
    elena
    15 ottobre 2012 at 22:28

    Grazie di aver condiviso questa ricetta di famiglia…deve essere squisito! bacioni1

  • Reply
    carla emilia
    15 ottobre 2012 at 22:29

    Stupendo il castagnaccio della nonnina, non si deve aspettare Natale vero? Bacione

  • Reply
    vickyart
    15 ottobre 2012 at 22:39

    le ricette di famiglia sono le migliori!non ricordo se mia nonna l’abbia mai preparato, forse no, comunque deve essere buonissimo e da provare! ciao cara!

  • Reply
    Babi
    15 ottobre 2012 at 22:44

    L’idea del castagnaccio che finisce in una crostata è irresistibile!! Mi piace molto la tua versione e sono curiosissima di assaggiarlo, dato che anche qui amiamo moltissimo il castagnaccio! Grazie mille e buonissima settimana, Babi

  • Reply
    sabrina
    15 ottobre 2012 at 23:28

    Questa ricetta è troppo gustosa e sembra dire: mangiami, mangiami e io … assaggio. Un abbraccio e a presto

  • Reply
    donaflor
    16 ottobre 2012 at 0:28

    ah le nonne…quanto abbiamo da imparare da loro!!! e che belle ricette ci tramandono!
    questa tua versione del castagnaccio è favolosaaaa!
    bravissima!
    adoro la tua regione….tempo fa andavamo spesso con amici sul Pollino…meraviglioso!
    Bacioni

    • Reply
      Nadina
      16 ottobre 2012 at 9:53

      Grazie….. 🙂

  • Reply
    Ilaria
    16 ottobre 2012 at 23:45

    Mi aspettavo qualcosa di simile alla versione toscana del castagnaccio e invece ho scoperto un piatto completamente diverso e inaspettato. Questa salsa deve essere straordinaria. Non si può di certo resistere a questa combinazione di aromi e profumi.
    Bravissima!

  • Reply
    Castagnaccio
    13 novembre 2012 at 22:54

    Non conoscevo questa versione del castagnaccio. Noi in Toscana, ne facciamo uno semplice con pochi ingredienti. Farina dolce e acqua

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Mettiamocelo in testa - la nuova campagna UNHCR per l'istruzione dei piccoli rifugiati